About the Author
Author

Sono un manager di lunga data appassionato di Marketing, Comunicazione, Web, IoT, UX, innovazione e qualità nella tecnologia e nelle relazioni. Questo sito raccoglie miei articoli con un punto di vista possibilmente nuovo che spero possano incontrare il vostro interesse. Per maggiori informazioni e contatti: https://www.linkedin.com/in/baldassar

TISCALI mobile Test: un’operatore virtuale mi libera dalle furberie di 3/TRE/H3G/WIND e VODAFONE

TISCALI mobile Test: un’operatore virtuale mi libera dalle furberie di 3/TRE/H3G/WIND e VODAFONE

Quando l’interfaccia fa la differenza, producendo un apparente assurdo come questo.

In questo ambito la Customer Satisfaction B2C non è così scontata, soprattutto quando si tratta di “gorilla commerciali” come le major TELCO, in particolare TRE / H3G, WIND e VODAFONE.

E’ normale che il loro atteggiamento e l’interfaccia sia molto migliore nel settore business rispetto a quello privato, tuttavia ci sono limiti di etica e di correttezza commerciale che non vanno comunque superati.
Ed ecco che dopo aver subito nel privato prelievi indesiderati con ogni furberia, vista l’inefficacia di ogni forma di comunicazione (pannelli vari, email, social, gommosi Help Desk stranieri, raccomandate, PEC) e delle condanne con relative maxi-multe, ho esercitato il mio massimo potere di cliente: cambiare fornitore.

Ho cercato la soluzione, l’ho trovata, l’ho provata e dopo quasi due anni su 8 utenze private [aggiornato gennaio 2017] posso confermare che è possibile fare serenamente il cliente ! Nel mio caso, incredibile ma vero, con un operatore virtuale sotto rete TIM: TISCALI MOBILE. Speriamo continui così.

Chiunque come me abituato a controllare l’operato dei fornitori, a lavorare con BI e report di ogni sorta, automaticamente acquisisce l’abilità di individuare rapidamente qualcosa che non quadra, anche nelle bollette di casa…


== LEGGI TUTTO ==> “TISCALI mobile Test: un’operatore virtuale mi libera dalle furberie di 3/TRE/H3G/WIND e VODAFONE” »


Visual, Auditory, Kinesthetic nella pratica – 3a parte

Visual, Auditory, Kinesthetic nella pratica – 3a parte

Nella [ 2a parte ] ci siamo divertiti (spero!) a scoprire le inclinazioni del linguaggio interiore delle persone e come questo si manifesti all’esterno.

Con queste pulci nell’orecchio troverete ora divertente osservare amici, parenti e scoprire in loro elementi che prima vi sarebbero sfuggiti.
E’ sufficiente osservare. Proseguendo il nostro viaggio ne vedremo delle belle nell’affascinante psiche umana.

In barba a mille corsi, mille slides powerpoint e tanti guru “bla-bla”, vediamo finalmente qualche esempio pratico!
== LEGGI TUTTO ==> “Visual, Auditory, Kinesthetic nella pratica – 3a parte” »


Sei visivo, uditivo, cinestesico ? – 2a parte

Sei visivo, uditivo, cinestesico ? – 2a parte

Abbiamo chiuso la [ 1a parte ] affermando che le persone hanno una spiccata, spiccatissima preferenza per uno dei cinque sensi. Sorpresi ? Aspettate a capirne le conseguenze…

E’ spesso inconscia ma è facile riconoscerla in noi e negli altri, un aspetto che vedremo essere di grande importanza nella relazione tra le persone e nella comunicazione in generale.


== LEGGI TUTTO ==> “Sei visivo, uditivo, cinestesico ? – 2a parte” »


I canali sensoriali – 1a parte

I canali sensoriali – 1a parte

Questo post nasce dalle mie solite sfide/gioco: trovare un argomento di cui parlare prendendo spunto dalla spiaggia nella foto.

Così aprendo questo sito avreste goduto di una bellissima visuale… avreste immaginato il suono delle onde, i profumi del mare, vi sareste ricordati di quella particolare sensazione della sabbia sotto i piedi, il sapore dell’acqua salata sulla bocca…  aria di ferie, spazi aperti… relax…  eh? 🙂


== LEGGI TUTTO ==> “I canali sensoriali – 1a parte” »


La Company è servita: il TOP MANAGEMENT è in cucina !!

La Company è servita: il TOP MANAGEMENT è in cucina !!

Facciamoci un inusuale giretto in Ristorante a scoprire i talenti che nasconde facendo un parallelo con la realtà aziendale.

Per selezionare dei collaboratori in varie aziende ho fatto alcune centinaia di colloqui di assunzione.
Per i ruoli richiesti la maggioranza dei candidati erano laureati, spesso in discipline tecniche. Qualcuno di loro aveva fatto il cameriere per un periodo significativo: uno, due anni oppure per qualche stagione estiva, magari per pagarsi gli studi.

Si notava come quasi si vergognassero a parlarne, considerandolo irrilevante, non qualificante o perfino penalizzante ai fini della loro candidatura.
Si sorprendevano nel vedermi invece soffermare sui dettagli di questa loro esperienza.

In realtà l’aver lavorato come cameriere era ed è ai miei occhi un importante elemento qualificante !

Cameriere = Account Manager + Project Manager…
== LEGGI TUTTO ==> “La Company è servita: il TOP MANAGEMENT è in cucina !!” »